Santa Bianca

Blog

Liquori fatti in casa con gli oli essenziali

10 Marzo 2021

ricetta cocktail margarita

PRODURRE LIQUORI FATTI IN CASA CON GLI OLI ESSENZIALI È POSSIBILE?

Da molti anni serviamo con i nostri oli essenziali alcune importanti distillerie artigianali italiane.
Per esempio, se vi è capitato di bere un craft gin proveniente dal nostro paese è molto probabile che ci fosse dentro il nostro ginepro.

Da qualche mese  abbiamo prodotto il nostro primo liquore al profumo di agrumi, spezie ed erbe del nostro catalogo.

Ma è possibile utilizzare gli oli essenziali anche per produrre liquori casalinghi?
Si e, con qualche piccola attenzione potreste ottenere dei risultati molto più soddisfacenti che con il fresco.

Prima di tutto bisogna sapere che gli oli essenziali sono largamente utilizzati nell’industria liquoristica e dei distillati.
Perché?
Perché l’olio essenziale di una pianta presenta alcuni vantaggi.
– Il primo è il controllo: potendo aggiungere a gocce il vostro aroma sarà molto più semplice dosarne l’intensità.
– Il secondo è l’aroma stesso: le piante hanno la loro stagionalità, quando non è il periodo giusto è difficile che la freschezza e la bontà sia la stessa, mentre gli oli essenziali fissano nel tempo il momento migliore di ogni pianta in quanto vengono ottenuti nel cosiddetto “momento balsamico”.
Inoltre avrai la certezza di avere un prodotto controllato e naturale; le nostre piante vengono coltivate senza l’utilizzo di alcuna medicina e i nostri oli essenziali prima di essere messi in commercio vengono sottoposti a controlli scrupolosi in laboratorio. (Puoi forse dire lo stesso delle bucce dei limoni che trovi al supermercato?)
– Il terzo è la quantità e lo spreco: per un litro di limoncello devi sbucciare 8 limoni (circa 1 kg) e dopodiché diventa particolarmente difficile spremere il succo per cui spesso si buttano via frutti interi, mentre per fare un limoncello con l’olio essenziale ci vorranno 10 gocce (ricetta a fondo articolo).

Spesso ci viene chiesto se è difficile utilizzare gli oli essenziali in campo alimentare ma un semplice trucco è procedere una goccia alla volta e assaggiare, qualsiasi preparazione si stia facendo.

Per i liquori il procedimento è piuttosto semplice: acquistate alcol etilico a 96° (non inferiore in quanto l’alcol etilico raggiunge il massimo della sua purezza nelle distillate alimentari a 95.8° mentre gradazioni inferiori possono contenere molecole poco gradevoli per il fisico), acqua demineralizzata e zucchero di alta qualità.

Miscelate acqua e zucchero in un pentolino messo a fuoco basso senza raggiungere l’ebollizione (gli sciroppi per amari e cordiali contengono in genere tra il 20% e il 30% di zucchero), a quel punto aggiungete l’alcol; ad esempio per ottenere 30° mescolerete per litro 300ml di alcol e 700ml di sciroppo. Ottenuta la miscela base, siete pronti per aggiungere i vostri oli essenziali e potete procedete, come già detto, una goccia per volta fino a raggiungere il gusto desiderato. Qualora foste indecisi se aggiungere un ulteriore goccia o meno consigliamo sempre di fermarsi e piuttosto assaggiare in un SECONDO momento in quanto il più delle volte ad aggiungere si sbaglia (esperienza personale).

Quando avrete scoperto quante sono le gocce di olio essenziale da aggiungere alla miscela base, avrete la vostra ricetta sempre replicabile; segnatela su un foglio e la volta successiva miscelate le gocce prima nell’alcol puro e dopo aggiungete lo sciroppo, questo aiuterà a non fare separare l’olio dagli altri liquidi, soprattutto nelle gradazioni basse.

Sappiamo già che arrivati a questo punto avrete alcuni dubbi e cercheremo di rispondere ai più comuni qui di seguito.

Perché dovrei usare gli oli essenziali? il fresco è molto meglio!
Falso, o meglio, oltre alla questione della reperibilità tutto l’anno, forse non tutti sanno che quando si mettono delle bucce di agrumi o delle spezie in alcol altro non si fa che usare l’alcol stesso come solvente per estrarre gli oli essenziali contenuti nella materia prima. Noi lo facciamo in distillazione a corrente di vapore e,oltre a essere bravi professionisti, il nostro metodo di estrazione va molto più a fondo nel vegetale ed estrae molte più molecole aromatiche con cui renderete il vostro liquore molto più interessante e dettagliato al gusto.

Perchè l’acqua demineralizzata?
Si proprio quella, tutti i liquori che avete assaggiato nella vostra vita vengono fatti con acqua osmotizzata, procedimento che demineralizza l’acqua degli acquedotti (anche la birra spesso si fa cosi), usare un acqua “purificata” serve a mantenere più a lungo il vostro liquore e renderà il gusto molto più chiaro e “a fuoco” (se non ci credete fate una prova, la differenza è sorprendente!! )

Gli oli essenziali fanno male?
Gli oli essenziali sono generalmente atossici, e sul nostro sito qualora lo siano lo indichiamo chiaramente. Però non date nulla per scontato in questo campo perché ci sono alcuni oli che provengono da piante edibili che invece non lo sono.

Pronti per vedere una ricetta semplice?
Il Limoncello con l’olio essenziale di Limone di Santa Bianca Oli Essenziali

Ingredienti per un litro di liquore a 30°

300Ml. di alcol etilico 96°
700Ml. di sciroppo al 20% o al 30% di zucchero
10 gocce di Olio Essenziale di Limone Santa Bianca

Miscelate come sopra i vari ingredienti e fate riposare.

Quanto?
La bellezza e la comodità di usare gli oli essenziali sta anche nel fatto che preparandoli la mattina questi liquori saranno pronti per farli assaggiare ai vostri ospiti già la sera stessa senza lunghe attese.

Provare per credere, e mandateci le vostre ricette!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi